Master Class 2012
Patrocinio della Diocesi di Cerreto Sannita - Telese - Sant'Agata de' Goti

La voce nella musica sacra della Scuola Napoletana
Docente: Rosa Montano

Accompagnamento e basso continuo nel repertorio sacro
Docente: Mauro Castaldo

dal 20 al 22 aprile 2012, Chiesa di San Bartolomeo, Civitella Licinio, frazione di Cusano Mutri, BN
Da Alessandro Scarlatti a G.B. Pergolesi, i due grandi autori le cui rispettive interpretazione dello "Stabat Mater" si succedettero a Napoli nella tradizionale esecuzione della Cappella Reale in periodo quaresimale, questa Master Class è finalizzata a far emergere le caratteristiche della vocalità nella scuola del '700 Napoletano.

Tale stile riprendeva formule e modalità esecutive proprie del repertorio operistico per reinterpretarle nel sacro, passando dalla citazione al travestimento attraverso infinite possibilità di traduzione della scrittura, fino a definire l'ambito del repertorio come proprio della scuola.

Particolare riferimento si farà ad un autore sannita, Carmine Giordano in omaggio al territorio che ospita la Master Class, con lo studio di un' opera di recente ritrovamento "L'Agonia di N. S. Gesù Cristo", e a Davide Perez di cui lo scorso anno è ricorso il 300° anniversario della nascita.


Programma

Estratti da:
/C. Giordano - L'Agonia di N. S. Gesù Cristo
/D. Perez - Miserere
/A. Scarlatti - Stabat Mater
/D. Scarlatti - Salve Regina
/G.B. Pergolesi - Stabat Mater, In Coelestibus Regnis,
/L. Leo - Pange Lingua

Organo
/Positivo napoletano costruito da Raffaele Mascia (1851)
/Registri: Principale, Ottava, XV, XIX, XXII, Voce umana, Flauto in VIII, Tiratutti
/Tastiera: 50 tasti C1 F5 con prima ottava corta
/Pedaliera: 8 tasti C1 H1 con ottava corta

Orario delle lezioni (15 ore)
/Venerdì 20 aprile h 10.00-13.00 e 16.00-19.00
/Sabato 21 aprile h 9.00 -13.00 e 15.00-18.00; alle ore 19.00 concerto dei docenti
/Domenica 22 aprile h 9.00 - 11.00 prove generali; alle ore 18.00 concerto degli allievi

Iscrizione e svolgimento
  • La Master Class è rivolta agli studenti delle classi di canto, musica vocale da camera, organo e tastiere storiche dei conservatori italiani ed esteri.
  • Gli allievi saranno divisi in effettivi ed uditori. La quota di partecipazione non rimborsabile è di € 80,00 per gli allievi effettivi e di € 40,00 per gli allievi uditori.
  • Saranno ammessi al corso 10 allievi effettivi iscritti in ordine cronologico in base alla data di arrivo del bonifico. Non sono ammessi altri metodi di pagamento. 
  • Le domande di iscrizione alla Master Class dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo 2012 utilizzando il form on line disponibile sul sito www.trabaci.com o in alternativa inviando una e-mail all’indirizzo associazionetrabaci@alice.it con i propri dati e curriculum vitae. L’Associazione, successivamente all’arrivo del bonifico, comunicherà l’avvenuta iscrizione.
  • Alla conclusione della master class verrà rilasciato un attestato a tutti gli allievi effettivi che avranno frequentato il corso per almeno il 75% delle ore previste. 
  • Agli allievi meritevoli, a giudizio insindacabile del docente, verrà offerta la possibilità di essere inseriti nelle rassegne future che l’Associazione Trabaci organizzerà in tutto il territorio campano.
  • Sono previsti ingressi giornalieri in qualità di uditori al costo di € 30,00.
  • Per il soggiorno in loco i partecipanti riceveranno via e-mail l’elenco delle strutture convenzionate.
Coordinate bancarie
  • Destinatario: Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
  • IBAN: IT 40 Y 02008 03444 000101749304
  • BIC Swift: UNCRITM1S04
  • Banca: Unicredit
  • Causale: Master Class Vocalità barocca


Studenti effettivi ed uditori
  • Michele Antonuccio, organo
  • Ciro Astarita, basso
  • Nadia Cassella, contralto
  • Erika Cusano, soprano
  • Nicola Florio, organo
  • Elvira Landino, organo
  • Abele Leonardo, tenore
  • Donatella Manco, organo
  • Natali Rossi, contralto
  • Filomena Scala, soprano
  • Massimiliano Sebastiano, tenore

Rosa Montano
, mezzosoprano, diplomata in canto e pianoforte, laureata in lettere classiche.
Motivata
 dalla formazione filologica, come interprete si è dedicata alla riscoperta e alla divulgazione con l’Ensemble “Le Musiche da Camera” degli intermezzi inediti del ‘700 napoletano, repertorio delle celebri “buffe” dell’epoca, rappresentati nell’ambito di importanti festival e rassegne di musica antica e registrati per l’etichetta Bongiovanni. In campo organizzativo da alcuni anni porta avanti “Opera bon bon – progetto per il teatro musicale da camera contemporaneo” in collaborazione con l’Ass. Area Arte ed il Teatro Sancarluccio di Napoli; in questo contesto si sta dedicando al genere della favola musicale con il compositore napoletano Livio De Luca. Pratica inoltre regolarmente la liederistica e la musica sacra, collaborando con varie associazioni ed enti di rilievo nazionale. E’ docente presso il Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento.

Mauro Castaldo è nato a Napoli nel 1964. Ha compiuto gli studi musicali nei Conservatori di Benevento e Napoli conseguendo i Diplomi in Pianoforte, Organo e Composizione Organistica, Clavicembalo, Composizione e Direzione d'Orchestra. Particolarmente significativa a tal riguardo è stata la figura del M° Francesco d'Avalos per lo studio della Composizione e della Direzione d'Orchestra presso il Conservatorio 
di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli. Ha frequentato diversi corsi di perfezionamento tra i quali Clavicembalo e Musica per Film, dell'Accademia Musicale Chigiana di Siena, tenuti da Kenneth Gilbert ed Ennio Morricone. Nel 1991 ha vinto il Premio di Composizione "Terenzio Gargiulo" (10 milioni di lire) con: Interludio per Orchestra, Quartetto per Archi, Suite per Fiati. Ha partecipato a numerose rassegne di musica contemporanea (tra cui Ravello Festival) ed è autore di varie composizioni che spaziano dalla letteratura solistica a quella cameristica ed orchestrale. Le sue musiche sono state pubblicate dalle Edizioni Musicali Devean. Nel 1997 ha inciso un CD, interamente dedicato alle sue composizioni per organo recensito positivamente dal prestigioso “The American Organist Magazine” di New York. Ha curato una revisione e rielaborazione orchestrale dell' opera buffa "Il duello comico" di Giovanni Paisiello andata in scena al Castello di Baia nell'ambito della rassegna nazionale "La Cultura Del Mito" IV edizione 1997. Ha curato la revisione della Sonata in Re min. op. 45 per organo di Giuseppe Martucci dal manoscritto originale della Biblioteca del Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli. Ha tenuto il suo primo concerto nel 1984. È fondatore (2006) e presidente dell’Associazione Organistica “Giovanni Maria Trabaci”. Nel 2008 ha organizzato la “Mostra fotografica degli antichi organi delle Chiese di Napoli” presso la Chiesa di San Severo al Pendino ed il “Seminario di giornalismo musicale” presso la Chiesa di Santa Caterina a Chiaia. È direttore artistico delle rassegne: “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli”, il “Festival organistico del Sannio”, la “Settimana della musica per organo dell’Isola d’Ischia”, “Vespri d’Organo in Costiera Sorrentina” e del “Concorso Corale di Napoli”. Ha già realizzato due importanti convegni di studi (con il patrocinio del Ministero dell’Interno, Regione Campania, Provincia di Napoli), sulla storia degli antichi organi delle chiese di Napoli. È Titolare della Cattedra di Organo e Composizione Organistica al Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento.
Comments