Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli
Vespri d'Organo - VIII Edizione

Giovanni Picciafoco, organo
Egidio Mastrominico, violino
Venerdì 28 marzo 2014 ore 19.30
Chiesa dell'Immacolata al Vomero, Napoli [Map]

PROGRAMMA

Johann Gottfried Walther (1684 - 1748)
Concerto del Signor Telemann appropriato all’Organo
Adagio - Allegro - Adagio – Allegro
(organo solo)

Josef Gabriel Rheinberger (1839 – 1901)
da “6 Pieces Op. 150” Abendlied - Pastorale - Elegie
(violino e organo)

Heinrich Ignaz von Biber (1644 – 1704)
dalle “sonate del Rosario”
Passacaglia dell'Angelo Custode
(violino solo)

Gabriel Pierné (1863 – 1937)
“Troi Pieces pour Grande Orgue à Pedales”
Prelude - Cantilene - Scherzando
(organo solo)

Johann Heinrich Schmelzer (1623 - 1680)
Sonatae unarum fidium seu - Sonata Quarta
(violino e organo)

INGRESSO LIBERO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Giovanni Picciafoco
è nato a Napoli nel 1958. Si è diplomato in pianoforte con E. Galdieri. Ha seguito lo studio dell’Organo con i Maestri E. Marchetti, G. D’Onofrio e G. Postiglione. In qualità di organista, ha prestato il suo servizio, presso importanti basiliche napoletane e santuari campani. Ha al suo attivo numerosi concerti sia come solista all’organo che in formazioni strumentali di vario tipo e con orchestre da camera.

Ha collaborato alla riscoperta del compositore napoletano Alessandro Salvatore Speranza (1728-1797) nato nel territorio dell’Antica Terra di Palma, eseguendone a Napoli, in prima assoluta alcune sue composizioni. Ha partecipato alle varie edizione della “GIOIA”, “Giornata Organistica Italiana” indetta dall’Associazione Italiana Organisti di Chiesa di cui è socio. Membro dell’Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci di Napoli, ha preso parte alla rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli” con concerti presso il Santuario di Madonna dell’Arco e la Cattedrale di Nola. Componente della commissione liturgica per la diocesi di Nola, svolge la sua attività organistica presso il convento dei PP. Cappuccini a Nola, presso il Duomo di Nola e la Basilica di S. Giuseppe Vesuviano.

Egidio Mastrominico, dopo il diploma si perfeziona con Cristiano Rossi e segue master-classes con Tonko Ninic e George Monch. Ha studiato la prassi violinistica antica sotto la guida di Enrico Gatti, e seguendo seminari con Jaap Schroeder, Chiara Banchini, Guido Morini. Parallelamente l’interesse per la ricerca musicologica lo ha portato a fondare nel 1993 l'ensemble barocco con strumenti originali “Le Musiche da Camera” del quale è maestro concertatore e direttore artistico, con il quale si dedica alla riscoperta del repertorio dei Maestri del 700 napoletano recuperando numerose opere inedite presentate in prima esecuzione moderna, delle quali cura la trascrizione. Ha collaborato con varie formazioni di musica antica e orchestre (Misteryum Vocis, Artifizzii Musici, Ensemble Il Labirinto, Ensemble Vocale di Napoli, Scherza l’Alma, Il Fondaco delle Fate),e si è esibito per enti e festivali n Italia e dall'estero. Ha al suo attivo numerose produzioni discografiche in qualità di solista per le etichette Tactus, Polo Sud, C.P.S., Kicco Record, Vigesse. La curiosità per i repertori “altri” lo ha portato a classificarsi al primo posto alla 3° edizione del Premio Internazionale “Astor Piazzolla” a Castelfidardo quale componente del Neofonia Ensemble e a ricevere il Diploma d’onore al concorso TIM con l’ensemble “South Pole Ballet”. E’ attivo in campo teatrale quale violinista di numerose produzioni di teatro musicale collaborando stabilmente in qualità di violino solista e concertatore di gruppi strumentali con la Compagnia del Sancarluccio di Napoli. Ha ideato e curato la direzione artistica di numerose rassegne concertistiche e di progetti didattici ed è direttore artistico dell’associazione Area Arte nonché responsabile del settore “Musica” del Teatro Sancarluccio di Napoli. Ha ricoperto l’incarico di consulente musicale dalle Sovrintendenze ai Beni Culturali e Architettonici di Napoli e di Caserta per diverse manifestazioni (Le stanze della musica – Palazzo Reale di Napoli 1999, Aperitivi in musica – Palazzo Reale di Caserta 2005). E’ docente di violino nelle S.M.S. ad indirizzo musicale svolgendo anche la funzione di Maestro Concertatore dei Violini dell’Orchestra Regionale delle Scuole Medie ad Indirizzo Musicale della Campania. Suona un violino Rodolfo Fredi del 1937 che alterna ad uno del 1995 del liutaio Franco Giraud con montatura barocca copia di scuola cremonese.