Incontri Musicali a Villa La Quercia
I Edizione

Dario Candela, pianoforte
Luca Signorini, violoncello

Solo/Duo

Giovedì 12 marzo 2015 ore 20.00
Villa La Quercia Resort B&B
Contrada Varco 26, San Salvatore Telesino, BN

PROGRAMMA

Johann Sebastian Bach (1685 - 1750) 
Suite n. 4 in Mi bemolle maggiore BWV 1010 per violoncello solo

Preludio 
Allemanda
Corrente 
Sarabanda 
Bourrée I e II 
Giga

Domenico Cimarosa (1749 - 1801) 
Sei Sonate per pianoforte

Sergej Rachmaninov (1873 - 1943)
Sonata in sol minore op. 19 per violoncello e pianoforte

1. Lento – Allegro moderato
2. Allegro scherzando
3. Andante
4. Allegro mosso


INGRESSO LIBERO

Luca Signorini
Luca Signorini
Ha studiato Violoncello e Composizione al Conservatorio di S.Cecilia di Roma, all’Accademia Musicale di Vienna e al Conservatorio di Maastricht.
Premiato ai concorsi nazionali ed internazionali Gaspar Cassadò, Maria Canals, Vittorio Veneto, Ennio Porrino, Città di Stresa, è stato Primo Violoncello nelle orchestre della RAI di Napoli, S. Cecilia di Roma, Teatro dell’Opera di Roma.
Il Teatro S. Carlo di Napoli gli ha offerto, per chiara fama, il posto di Primo Violoncello.
Con le orchestre dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Scarlatti della RAI Napoli, Sinfonica della RAI di Roma, Maggio Musicale Fiorentino, San Carlo di Napoli e nelle più importanti sale concertistiche giapponesi, tra cui la prestigiosa Casals Hall di Tokyo, ha eseguito con grande successo brani del repertorio solistico per violoncello, sotto la direzione, tra gli altri, di Carlo Maria Giulini, Daniele Gatti, Jeffrey Tate.
Ha inciso per Nuova Era, BNA, RCA, una considerevole parte del repertorio, dal’700 ai contemporanei.
Del repertorio cameristico ha affrontato brani per organici che vanno dal Trio con pianoforte al Sestetto collaborando con Uto Ughi, Ruggero Ricci, Bruno Canino, Wolfam Christ, Felix Ayo, Carlo Bruno.
Insegna Violoncello e Musica da Camera presso il Centro di Musica Antica della Pietà dei Turchini. Ha diretto in Giappone l’Orchestra da Camera dei Virtuosi di Roma.
Sono state recentemente eseguite sue musiche a Palermo, Napoli (Bach&Bach, Inno alla Vergine, Le donne di Spoon River) Festival di Ravello (Variazioni sul tram).
Ha composto inoltre musiche per film e per musicoterapia.
Suona un prezioso violoncello Carlo Tononi del 1740.
Il suo saggio sull’interpretazione musicale Comunicazione errata sarà pubblicato nel prossimo numero dei Quaderni del Dipartimento di discipline storiche della Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Napoli 1 “Federico II”.
Collabora regolarmente con la Cattedra di Musicologia del Corso di Laurea in Lettere moderne con conferenze e seminari.
È stato dal 1982 al 2002 titolare della cattedra di Violoncello presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
È attualmente titolare della Cattedra di Violoncello presso il Conservatorio Nicola Sala di Benevento.

Dario Candela
Dario Candela
Musicista eclettico si forma a Napoli (diploma di Pianoforte, Musica corale – Direzione di coro e Composizione) quindi in Francia come allievo di Aldo Ciccolini e si laurea in Lettere all’Università “Federico II”, vincendo una borsa di ricerca e collaborando per progetti di ricerca musicologica.
Suona da solista e in varie formazioni cameristiche collaborando in decine di concerti con i Virtuosi Italiani, i Solisti del San Carlo, R. Filippini, A. Meunier, A. Pay, F. Manara, L. Signorini, e inoltre con A. Ciccolini, B. Canino e R. De Simone, in sedi e enti come il Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Mercadante di Napoli, Teatro de la Commedie Francaise di Parigi, Teatro delle Erbe di Milano, Un. Bocconi di Milano, Acc. Filarmonica e Dams di Bologna, Teatro Studio Auditorium della musica di Roma, Ass. Scarlatti di Napoli, Soc. dei Concerti di Milano e dell’Aquila e all’estero, Grecia, Francia, Germania, Slovenia, Svizzera, Stati Uniti, Argentina, Uruguay.
Ha inciso per Phoenix Classic e Naxos, ha suonato in diretta per la RadioRAI 3, RAI Educational, Radio Svezia e per Radio France e partecipato ad emissioni radiofoniche per Radio Classica, Radio Rai 3 Suite, e televisive per Canale 5.
Ha partecipato a vari concorsi pianistici nazionali ottenendo 5 Primi premi.
Premier prix à l’unanimité al Conservatorio Superiore Cortot di Parigi.
Ha scritto musica per teatro in Francia (Winter Afternoons -premio alla creazione dal Ministero della Cultura Francese 2001; La Legende des siecles di Victor Hugo, rappresentata al Teatro della Comédie Francaise; Le viceconsul ) e in Italia (Erotismo barocco, rappresentato nei teatri La Soffitta-Bologna, La Pergola- Firenze, Nuovo-Napoli).
Le sue musiche per Emily L. sono state pubblicate dalle Editions Armiane (Versailles).
Pubblica saggi di musicologia per le Ediz. Scient. Italiane, la LIM, la Fond. Morra, L'Università Federico II e tiene per 3 anni un corso al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli sulla Fisiologia e Didattica pianistica scrivendo un volume intitolato “Il corpo e il suono” edito da Simeoli, ha pubblicato “Conversazioni con Aldo Ciccolini” edito da Curci.
Nel 2007 fonda Il Circolo Artistico Ensemble con il quale ha presentato al Teatro di San Carlo di Napoli il quintetto per pf e archi di Mario Pilati.
È Direttore della Biblioteca sul Novecento Musicale intitolata a Mario Pilati e fondatore del Centro Italiano di Musica da Camera.
Attualmente insegna Musica da Camera al Conservatorio S. Giacomantonio di Cosenza.