Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli
Vespri d'Organo - IX Edizione


Olga Laudonia, organo
Antonio De Rosa, clarinetto
Venerdì 24 aprile 2015 ore 19.30
Chiesa dell'Immacolata al Vomero, Napoli [Map]

PROGRAMMA

A. Corelli (1653 - 1713)
Sarabanda in re minore (organo e clarinetto)

A. Vivaldi (1678 - 1741)
Largo dal concerto per due violini RV 565 (organo e clarinetto)

G. F. Haendel (1685 - 1759)
Lascia ch'io pianga (organo e clarinetto)
Sarabanda dalla Suite per clavicembalo in re minore HWV 437 (organo e clarinetto)

G. B. Pergolesi (1710 - 1736)
Siciliano (organo e clarinetto)

W. A. Mozart (1756 - 1791)
Adagio dal Concerto per clarinetto e orchestra K 622 (organo e clarinetto)

G. Donizetti (1797-1848)
Concertino in Si bemolle maggiore, organo e clarinetto

C. Saint-Saëns (1835 – 1921)
Allegro animato, Lento, Allegretto da Sonata op.167 (organo e clarinetto)

INGRESSO LIBERO

Olga Laudonia
, nata a Sorrento nel 1981, ha iniziato gli studi musicali nel 1997 con il Maestro Vincenzo De Gregorio e in soli sei anni ha conseguito il Diploma in Organo e Composizione organistica con il massimo dei voti presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, dove ha poi seguito il corso di tirocinio. Ha proseguito gli studi musicali presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia, conseguendo nel 2008 il Diploma Accademico di secondo livello in Organo e Composizione organistica sotto la guida del Maestro Wijnand van de Pol. Diplomata in Clavicembalo presso il Conservatorio di Napoli, è attualmente è iscritta al primo anno del Diploma accademico di secondo livello in Clavicembalo nella classe di Enza Caiazzo presso il medesimo Conservatorio. Ha seguito corsi di perfezionamento in organo e clavicembalo con maestri di chiara fama internazionale, quali: Pier Damiano Peretti, Klemenns Schnorr, Emilia Fadini, ect. Agli studi musicali ha affiancato quelli umanistici: infatti, nel 2005 ha conseguito la Laurea in Lettere Moderne - Settore Musica e Spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II con una tesi in Storia della Teoria Musicale sull’organista Franco Michele Napolitano.
Vincitrice del Secondo Premio al Concorso nazionale d’organo “Premio Goffredo Giarda” (Roma, 2004), ha partecipato come relatrice al Convegno internazionale di studi Napoli e l’Europa: gli strumenti, i costruttori e la musica per organo dal XV al XX secolo (Battipaglia, Salerno – Accademia Organistica Campana, 2004).
Ha tenuto concerti in occasione di eventi e rassegne quali: l’inaugurazione del Nuovo Anno del Corpo Consolare di Napoli (Sala Scarlatti, Napoli 2004), la mostra La città cantante a cura del Maestro Pasquale Scialò (Università “Suor Orsola Benincasa”, Palazzo reale, Napoli 2008 - 2009), la presa della Diaconia di Nostra Signora del Sacro Cuore di S. E. Cardinale Kurt Koch (Chiesa del Sacro Cuore in Piazza Navona, Roma 2011), la rassegna di concerti inaugurali del nuovo organo Mascioni della Chiesa dei Ss. Cosma e Damiano (Vairano, Ce 2011), ect.
Docente di Educazione musicale presso la Scuola Primaria del Conservatorio Santa Maria della Pietà di Sorrento, dal 2004 è organista titolare del Santuario della Madonna del Carmine della stessa città.

Antonio De Rosa si diploma a soli diciassette anni in Clarinetto presso il Conservatorio "G. Martucci" di Salerno. Espleta gli obblighi di leva nella Banda della Marina militare di La Spezia. Successivamente consegue il diploma in Sassofono e svolge intensa attività concertistica sotto la guida del Maestro Antonio Fraioli. Si diploma in Didattica della Musica presso il Conservatorio di Avellino e consegue l'abilitazione per l'insegnamento dello strumento presso il Conservatorio di Napoli. Attualmente è docente di Clarinetto presso la scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale.